da 28.09.2022 a 28.02.2023 |
Ciclo delle Storie di Griselda in restauro

Il ciclo di affreschi raffigurante le Storie di Griselda è in restauro. Durante i lavori non si potrà accedere all'interno della "camera picta", ma la Sala XVII del Museo dei Mobili e delle Sculture Lignee resterà aperta e si potranno vedere i restauratori all'opera:  l'accesso sarà impedito solo da un nastro, che delimiterà lo spazio dei lavori lasciando la possibilità di "sbirciare" da fuori.

da 19.09.2022 a 10.01.2023 |
Un'opera di Bellotto dalla Pinacoteca del Castello Sforzesco al Castello Reale di Varsavia

Il  dipinto di Bernardo Bellotto, Il palazzo dei Giureconsulti e il Broletto a Milano, del 1744 circa, solitamente collocato  in sala XXVI della Pinacoteca, è  in prestito alla mostra Bernardo Bellotto 300, al Palazzo Reale di Varsavia, dal 23 settembre 2022 all' 8 gennaio 2023.

da 19.09.2022 a 25.01.2023 |
Rubens dal Castello Sforzesco al Palazzo Ducale di Genova

Tre donne con puttini all’aperto,olio su tavola di Pieter Paul Rubens, del  1630-1640 circa, sarà esposta al Palazzo Ducale di Genova in occasione della mostra Rubens e i Palazzi di Genova, dal 6 ottobre 2022 al  22 gennaio 2023
https://palazzoducale.genova.it/mostra/rubens-a-genova/
 

da 16.09.2022 a 31.12.2024 |
Sala delle Asse chiusa al pubblico

La Sala delle Asse dipinta da Leonardo da Vinci è interessata da un progetto di restauro, elaborato dalla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Lombardia insieme alla Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici di Milano, alla Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio di Milano e all’Opificio delle Pietre Dure di Firenze, e pertanto non è aperta al pubblico
Per una visita virtuale: http://www.saladelleassecastello.it/

da 11.07.2022 a 30.10.2022 |
L'Automa Settala dal Castello Sforzesco alla Triennale per la 23ª Esposizione internazionale

L’Automa Settala è stato trasferito dalla sala XVI del Museo dei Mobili e delle Sculture Lignee alla Triennale di Milano dove resterà in prestito fino alla fine di ottobre.  
Il celebre demone in legno con parti mobili realizzato nel Seicento e appartenuto a Manfredo Settala, canonico di San Nazaro e appassionato collezionista di mirabilia, sarà protagonista della mostra “Il corridoio rosso” a cura di Giovanni Agosti e Jacopo Stoppa, commissionata da Triennale Milano per la 23a Esposizione Internazionale “Unknown Unknowns. An Introduction to Mysteries”.
Al suo posto, nella sala del Museo dei Mobili e delle Sculture Lignee,  è stata collocata una copia che ne riproduce fedelmente fattezze e meccanismi nascosti.

Pagine

Altri avvisi »